Robot Aspirapolvere

Il parquet è un pavimento diventato ormai comune nelle case degli italiani e la scelta di questo rivestimento è stata incrementata anche dalla presenza di sistemi di pulizia moderni ad elevata tecnologia che ne mantengono inalterata la bellezza e le caratteristiche.

Un aiuto notevole giunge dai robot aspirapolvere per parquet, progettati per garantire la massima cura a questo tipo di rivestimento. Ecco una guida su come scegliere un robot aspirapolvere per parquet.

Guida all’acquisto del robot aspirapolvere per parquet

Se un tempo per curare il parquet si usava la scopa elettrica oppure il classico aspirapolvere a traino, oggi con l’arrivo dei robot aspirapolvere le cose sono radicalmente cambiate e bisogna sottolineare che soprattutto i modelli più evoluti assicurano prestazioni eccellenti e mirate alla pulizia del parquet.

I traguardi raggiunti nel campo dell’elettronica hanno infatti permesso di applicare ai piccoli robot dei sistemi tecnici piuttosto evoluti, come quello di renderli capaci di calcolare le distanze e percorrerli in tempi brevi.

Le caratteristiche principali da tenere in considerazione nella scelta di un robot per parquet devono rispecchiare prima di tutto la delicatezza del materiale: proprio per questo alcuni tra gli aspirapolvere presenti in commercio, soprattutto di fascia più alta, hanno delle spatole specifiche per le superfici più delicate realizzate in parquet.

Le spazzole devono essere realizzate con setole morbide e spesso sono presenti anche lateralmente, in modo da rendere la pulizia negli angoli e del battiscopa più agevole.

Nel caso vi sono le ruote, anch’esse devono essere delicate e preferibilmente gommate. Importante è anche la presenza di sensori anti-urto e anti-caduta, ma i modelli moderni sono dotati addirittura di schermi LED per una programmazione touch screen, con tanto di telecomando per attivarli e controllarli a distanza.

Caratteristiche di un robot aspirapolvere per parquet

Diventati oramai insostituibili nelle faccende quotidiane, i robot aspirapolvere sono particolarmente utili per garantire la massima pulizia nel minor tempo possibile, permettendo quindi di risparmiare tempo e fatica.

Il loro funzionamento è dovuto ad un doppio meccanismo, che unisce in un’unica passata la funzione aspirante con la funzione di rimozione, rimuovendo così polvere e briciole dal pavimento tramite le spazzole e aspirandole dal beccuccio.

Altre caratteristiche da considerare nell’acquisto sono il ritorno alla base di ricarica (homing), una funzione utilissima, che rende il robot aspirapolvere indipendente e gli permette di ricaricarsi automaticamente.

Importante è anche la forma: la maggior parte dei modelli presenti in commercio sono rotondi, mentre alcuni modelli a forma quadrata sono progettati apposta per pulire bene gli angoli. I modelli tondi di ultima generazione sono dotati di spazzole laterali che garantiscono una perfetta pulizia ovunque.

Per quanto riguarda le dimensioni, quelle dei robot aspirapolvere sono molto contenute, in articolare in altezza, un dettaglio importante che gli permette di andare ovunque, anche sotto il letto e sotto i mobili.

Un altro particolare importante è l’assenza del sacco, ma presentano invece un filtro che serve ad ottimizzare il contenitore della polvere presente all’interno dei robot aspirapolvere. E infine, controllare potenza e rumorosità: un robot con tante funzioni deve avere una buona potenza e deve essere anche poco rumoroso.

 



E tu, cosa ne pensi?